Home > società > Ve lo prometto

Ve lo prometto

Vi prometto un mondo migliore dove il prossimo grattacielo sarà 10 metri più alto di quello più grande finora costruito e dove è di prossima costruzione il centro commerciale più grande d’Europa, fino al prossimo. Coming soon una ricarica del cellulare che durerà seicento anni e la socialità digitale in totale mobilità anche nell’alto dei cieli, per fare compagnia a quel tale per il quale impossibiile is nothing anche se nulla fa. In più, gratis per i nuovi clienti, copertura del gestore anche nelle più remote isole tropicali. Molteplici canali di comunicazione per dire sì a ogni padrone, per dare ragione al censore, per cantare la gloria dell’oppressore.  Noi siamo liberi, posso dirlo senza punizioni, vero? Il picco petrolifero non ci sarà perché il greggio si auto-riprodurrà tramite mitosi della nostra incrollabile volontà idrocarburica, vi prometto crescita infinita ed esponenziale consumo di prodotti, assicuro infinite risorse da consumare e oceaniche discariche in cui accumulare rifiuti cubici che nasconderemo con perizia. Detassare gli investimenti, attirare gli investitori abbassando i lacci  e lacciuoli di protezione ambientale e della salute collettiva, milioni di litri di acqua per raffreddare barre di uranio, qualche minimo incidente di percorso è inevitabile ma sopportabile e organizzeremo prove sul piano di emergenza simulando anche la conferenza stampa per invitare alla calma la popolazione.

Un’esperienza che ti consiglio, la dilatazione della cervice di 10 centimetri con la gioia del parto, il lato positivo indubitabile sono i 50 centesimi di preservativo risparmiato. Poi il libro dei nomi, la pancia a punta e le scommesse sul sesso del nascituro, la scuola esclusiva da prenotare cinque anni prima, il passeggino multi-accessoriato, ribaltabile, estensibile, wi-fi ed ecologico, comprare una casa più grande e un SUV da 18.000 kg per i picnic fuori porta. Poi vi concederò l’onore unico di giurare il vostro amore davanti a un testimone speciale e vip come solo dIo può essere e se la cosa non ti attira pensa invece quanto ci tengono i gay al matrimonio, dimostrazione lampante che la proibizione può rendere speciale anche i prodotti più cheap. Dirai il fatidico sì di fronte all’oleogramma immaginario del tizio con la barba bianca, con l’occhio massonico iscritto nel triangolo delle banconote da un dollaro, sorridendo all’ariano di un 1.80 cm, occhio azzurro puro e folta criniera bionda. Potrai investire in tulle, pizzi e abiti bianchi, allucchettare i tuoi sentimenti su un ponte di metallo contare uno, due e divorzio, uno e due e divorzio.  L’importante è promettere, il bonifico all’agenzia di viaggi, il tuo sogno che si realizza e i sogni non hanno bisogno di preventivi. Quando il ménage sarà fiacco leggerai sotto l’ombrellone cinquanta sfumature  di frustrazioni e  con un pizzico di sadomaso all’amatriciana risolleverai il rapporto, magari mettendo in cantiere un altro frugolo, basta un’altra dilatazione, un altro mutuo e tanti like da amici e parenti alle foto con il pancione. Questione di fiducia nel futuro della nostra comunità, nel patto sociale, nel sistema liberitsta mondiale.

Ve lo giuro sui figli che non voglio. Ve lo prometto sull’aurea fede (faith?) che non indosserò mai. Giuro, prometto, mi impegno. Usciremo dalla crisi, eviteremo il baratro, manterremo il tenore di vita. I politici sono tutti i cattivi, i cittadini buoni. I partiti e i sindacati sono sporchi e corrotti, i loro iscritti non pervenuti. Le chiese vuote ma i finanziamenti pieni, perciò vi assicuro un altro santo amatoriale che cancellerà il debito e la moneta unica facendo trionfare la libertà tramite un culto dittatoriale. Magari sarà un tragico comico che vi regalerà insulti e fango tramite la partecipazione web, delirio fascista con i commenti censurati da parte di incensurati, per adesso almeno. Potrete rispolverare il manganello – che in Italia è sempre meglio non buttare via – e distruggere l’odiata casta a colpi di democrazia web-partecipata e olio di ricino, derubare i ladroni, uccidere gli assassini, si chiama giustizia. La cura del cancro ve la nascondono, l’auto all’idrogeno ve la nascondono, il metodo per azzerare ve lo nascondono. La felicità è dietro l’angolo ma un manipolo di manigoldi, il regime, i cattivi ci tengono nel buio, poveri noi. Ma vi prometto che abbatteremo il Potere senza diventare il Potere, conteremo tutti ma deciderà solo uno.

Vi darò licenziamenti per creare lavoro e tracciamento satellitare per sentirvi liberi di muovervi senza controllo. Vi darò missioni di pace per imporre la democrazia, vi darò libertà religiosa e organizzerò cortei di protesta per imepdire la costuzione di tempi di culto, vi darò diritto di asilo politico ma non dovrete mai chiederlo. Vi darò il nobel per la pace perché fate guerre asettiche e intelligenti, molto vendibili in TV. Vi prometto pace producendo armi, vi prometto di sconfiggere il terrorismo umiliando i popoli e le loro inaccettabili culture. Vi darò sperma congelato o il suo principio attivo, spontanea realtà finta recitata sotto l’occhio della telecamera e noioso vuoto di finzioni di vita da vivere oltre il panorama lcd. Televendite di ricchezze, dammi uno e ti darò cinquecento, allungamento del pene, denti bianchi, sigarette senza nicotina, sesso anale indolore, giochi d’azzardo a 550 metri dalle scuole, centri per massaggi rilassanti di dolci signorine cinesi emigrate volontarimente e con entusiasmo, suini iper-nutriti che fanno la fila per entrare al macello, un Presidente che promette speranza, un miliardo di posti di lavoro, un superjackpot milionario. Vi darò progresso mantenendo le tradizioni – datemi fiducia – , garantisco il lavoro senza scordare l’ozio – datemi i voti. Prometto la felicità senza sforzo, guarigione con una sola pillola, dimagrimento mentre dormite, dolci senza zucchero, salvezza senza rispettare i dogmi, agricoltura totalmente biologica per tutti, come quando si moriva di inedia nelle carestia – datemi fiducia .

AAA nuovissima, dolcissima, molto femminile con grossa sorpresa, tutto gratis e niente lattice. Battete le mani, saltate, cantate in coro. Che qualcuno ci benedica tutti, che qualcuno ci salvi dai sogni, dalle promesse e dalle illusioni. I have a nightmare. Vi salverò, ve lo prometto.

Indice di leggibilità: 48

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: