Home > questioni private > Lasciti per sopportare la separazione di esili spettrali

Lasciti per sopportare la separazione di esili spettrali

Lascia cadere la pioggia su kilometri distanti e lascia splendere il sole su anni passati e buttati via. Lascia scorrere il tempo su milioni di cellule rigenerate e lascia soffiare il vento contro giorni di silenzio senza eguali. Lascia scorrere le lancette su quadranti di morte e miseria, lascia scadere i calendari ciclici, lascia fluire le vite lineari.  Lascia scrivere la parola fine su migliaia di romanzi mai completati e lascia che vengano distrutti molteplici pensieri che non si possono esprimere.

Lascia cambiare le stagioni su un paesaggio che resta uguale e lascia sfiorire i fiori in un giardino che resta grazioso. Lascia nascere e poi lascia morire tutti i casi esistenziali che alla fine hanno una storia ma, a volte, no, lascia scegliere e lascia sbagliare. Lascia declinare la tua civiltà propria nell’ora dell’apogeo, lascia che vengano gridati i peggiori insulti sulle tue idee e lascia che la solitudine faccia il suo corso.

Lascia che le malattie facciano strage di tutte le anime sperdute e lascia che gli esili siano spettrali e senza fine, lascia che l’amore diventi odio e che gli amici mutino in nemici, lascia che la pace si trasformi in guerra e lascia che i prati verdi diventino cimiteri. Lascia che il futuro diventi passato e lascia che la ruota completi il giro fino a mutare completamente il punto di vista ma finendo sempre al punto di partenza.

Lascia che la retorica vinca il raziocinio delle menti migliori e lascia che la preterintenzione diventi intenzione. Lascia che il mare sommerga le terre emerse e lascia che il deserto continui la sua espansione. Lascia diffondere la superstizione in un mondo tecnologico e lascia che le fedi salvino i credenti. Lascia che i demagoghi guidino le democrazie, lascia che gli speculatori curino le economie, lascia che che i mediocri scrivano le regole sociali. Lascia isolare i savi, lascia ingannare le masse, lascia impazzire i liberi.

Lascia che le mancanze siano solo perdite, lascia che la morte sia solo inesistenza, lascia che la vita sia solo assurdo. Lascia che non vi sia senso e lascia che non vi sia salvezza, lascia che manchi redenzione e lascia che non vi sia uscita. Lascia che sia solo da riempire le ore di giorni dietro giorni, lascia che vi siano malattie senza cure e lascia che via sia un deperimento in ogni forma vivente. Lascia arringare i petulanti e lascia pavoneggiare i saccenti, lascia predicare le persone senza dubbi e lascia insegnare gli ignoranti.

Lascia la vita ai vivi e lascia la morte ai defunti, lascia che i capelli imbianchino, lascia che ci si trovi impotenti e senza spiegazione, lascia che si invecchi, lascia che la sconfitta non abbia spiegazioni e lascia che gli errori non abbiano scuse. Lascia che le alle salite non seguano discese, lascia che il maltempo rovini i tuoi programmi e lascia sfumare i tuoi progetti, lascia incastrare i sogni nei cassetti. Lascia imbolsire il corpo e lascia che i ricordi scoloriscano, lascia finire le eternità, lascia infrangere le promesse, lasci che la delusione sia palese e lascia che il flusso degli eventi segua il suo corso.

Lascia che il dolore faccia male.

Indice di leggibilità: 53

Annunci
  1. marie
    20 maggio 2012 alle 15:08

    ed io lascio che le Tue parole fluiscano dentro di me, per lasciare uscire delle lacrime, per sentirne il sale sulle labbra, solo per comunione di dolore ed emozioni

    • 21 maggio 2012 alle 17:23

      Per ogni cosa che lasciamo c’è qualcosa che teniamo. A volte lasciare è liberarsi, essere meno ma almeno essere.

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: