Home > questioni private > Intoccabile, Parte 2

Intoccabile, Parte 2

Perchè sentirsi così? Perchè? Quale il senso di qualcosa che non si può descrivere, una cosa per la quale non vi sono parole, quale il senso se non quello di una prigione di vetro, di mura imbottite e di fronti dolenti? Non fare domande per non avere risposte, ecco il trucco bieco e scontato, risposte che qualcuno sentirà dovute per poi soddisfarsi nel battezzarle confortanti, ma che poi falliranno, che mentiranno, che illuderanno. Una lezione semplice che sembra avvicinarsi a quella vecchia storia della salvezza, racconti mitici da vecchi incanutiti ma ancora vivi e, perciò, rassicuranti.

Tutto il patrimonio di dovrei che sarebbe stato meglio disperdere durante l’ultima lezione di grammatica di tanti anni fa invece, a un certo punto, si ritrovano insieme, ingrata riunione di consecutio temporum, precisi come l’acciaio chirurgico, certi come lo stiletto,  lenti come le ora centrali dei pomeriggi domenicali. Due parti, un movimento verso l’unione oppure il disgregarsi, la perdita di unità. Punti di vista, ecco una bella affermazione, una di quelle che puoi spendere in ogni occasione senza pericolo di sbagliare, quattro stagioni, plaudente e vile banalità, mentre qualcuno decide di guardare in faccia il viso grigio della realtà e scavare in fondo al limo del pozzo, proprio lì dove non si dovrebbe, un posto la cui inaccessibilità non è casuale ma di conforto per tutti gli assassini che necessitano la requie di un buon nascondiglio per le prove del proprio delitto. Lì il punto di vista diventa unico, dall’abisso alla luce e viceversa, fino a che non viene la notte e uno può decidere se sentirsi spezzato e lanciato nella mutazione verso l’Uno.

Sono scettico, lasciami essere sincero una volta ogni tanto, per distrazione o per noia. Non sarà la commozione di quella voce rotta e suadente – suadente proprio perchè rotta – non la gioia intima di sentirsi importante, non il sottile convincimento che nell’apertura della propria fragilità si nasconda una verità più pura. Nulla di tutto questo mi toccherà. Troverai soloni cortesi che ti parleranno di uomini anaffettivi, vuoti ed egocentrici e spero che questo ti sarà di conforto, che una buona spiegazione salverà – almeno – l’amor proprio. Verranno i psicologi  a cottimo a esporre teorie sulla debolezze e l’infantilismo, arriveranno, financo, buoni samaritani a dispensare consigli caritatevoli. Forse tutto questo ti toccherà nel profondo, si dice così, si aggettiva per aprire un orizzonte in cui il ricevente può tuffarsi se trova la forza per fare finta di crederci o se trova la volontà di voler uscire dalla gabbia.

Nessun motivo di ritornare sull’argomento se non di sentire un’altra voce, quella che si traveste da sogno lontano e, invece, e solo dentro te stesso. Toccante, certo, ciò che tocca qualcosa, che fa vibrare il corpo ma solo perchè cavo e può trasmettere il suono. In pratica, un vuoto trasmittente. Così in lontananza si sentono vibrare le campane – come all’inizio di High hopes – anche quando sono, all’opposto, basse disperazioni. C’est la vie, si dice così vero? Confortante, vero?, che si possa fare una ragione di tutto, nonostante la spiccata sensibilità, nonostante le lacrime, nonostante la viva commozione dilaniata tra l’essere pura e l’essere autistica, in ogni caso intoccabile. Almeno finché dura.

Ispirazione 2 di 9

Indice di leggibilità: 47

Video: Anathema – Untouchable, Part 2 (disponibile dal 16 aprile 2012)

 

Ispirazione 1 di 9

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: