Home > questioni private > Una tregua per il droide ProgC1-37

Una tregua per il droide ProgC1-37

Foto: Progvolution

Non si comincia una frase con una negazione. Non per la condivisione, non per il racconto, non per il diario, non per lo spazio di libertà, non per il ricordo, non per la promozione, non per masochismo, non per cacciare glorie, non per meccaniche mentali, non per presunzione, non per solitudine. Per nessun motivo anche se è non è credibile. Non c’è motivo per scrivere. Non serve a niente scrivere, neppure bene, esattamente come rientra nella completa inutilità essere vero. Le giornate di sole che ti senti entrare nella pelle svaniscono la sera. Poi rifletti che dovresti scrivere canzoni e non prosa, una considerazione che ha in sé tutto anche se non sembra dire nulla e che riuscirebbe a spiegare tante incomprensibilità.

Non puoi negare il tempo che passa e che devi contare per rispetto dei conteggi matematici di attimi di vita e che per non essere impreparato nei necessari calcoli demo-funerari. Da un parte non è che sia di particolare interesse ma, dall’altra, è la ben nota condanna che scontiamo giornalmente (e alcuni giorni di più). Poi puoi anche festeggiare risultati squallidi perché pare che non hai altro e, anche se non è particolarmente nobile, bisogna registrarlo con la fedeltà che è propria a una coscienza ancora non del tutto compromessa.

Non ci sono eufemismi, la purezza è un fardello così folle da non riuscirsene a liberare e anche la serietà pare irraggiungibile quando ti fai distrarre e cedi alle illusioni di umanità che un insieme incorporeo di circuiti non dovrebbe avere. In fondo basta mettere in tasca i desideri, fagli spazio tra le altre cose gettate alla rinfusa e magari inserirli tra quelle farfalle che potrebbero causare disastrosi tsunami in terre lontane ma, per inciso, tanta grazia disastrosa è assolutamente inconsapevole e irrefrenabile, schiava solo del caos che pensiamo di dominare. Oppure, da quelle tasche, si potrebbero sfilare alcuni sogni, strappati dalla balugine delle amnesie e delle apatie, e appoggiarli sulle schiena di alcune formichine, inutili, inconsapevoli, minuscole, certo, ma che possono compiere imprese architettoniche grandiose e trasbordi erculei. O, almeno, che sono capaci di resistere alla loro piccolezza.

Non devo dire niente altro, insomma solo una piccola tregua per una manciata di cose belle raccolte in una mietitura di lungo, lunghissimo, corso. Pare che esistano meccanismi robotici capaci di sciogliersi saltuariamente in fluidi quasi corporei, come fossero reti digitali che impiantano semi in terreni nascosti. Un tanto si doveva alla nuda cronaca.

Indice di leggibilità: 49

Grazie a Saba, per tanti motivi, tra i quali lo spunto per il titolo.
Advertisements
  1. 24 marzo 2011 alle 22:28

    ciao C1-37, un saluto da HAL9000

  2. 24 marzo 2011 alle 22:30

    Grazie Prog!
    e da domani basta con le dolcezze, almeno per un po’…
    vfc1!

  3. 25 marzo 2011 alle 05:54

    Mitico come sempre…di una poesia e di una profondità senza eguali!

  4. Arnicamontana
    25 marzo 2011 alle 16:15

    questo post ha un sapore diverso e insolito, non so cos’è che mi piace in particolare, forse quella manciata di cose belle, forse i desideri in tasca che però si possono liberare…almeno uno ogni tanto. Io spero che tu continui a scrivere comunque, a me piace leggerti, anche in tutte le tue negazioni.
    Un abbraccio Prog
    Arnica

    • 27 marzo 2011 alle 11:02

      Nelle tregue si respira, poi si vede cosa merita sperare ancora.

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: