Home > questioni private > Scambio una verità per due bugie

Scambio una verità per due bugie

Giovane trentaseienne vende verità, praticamente nuova, causa inutilizzo, eventualmente permuta con due falsità, anche molto usate, purché funzionanti.

La città crudele vomita gente sadica, il meccanismo competitivo genera persone cattive. Bisogna stare fermi e assaporare lo spettacolo dell’umana spietatezza abbattersi come un uragano su tutto ciò che è fragile e delicato. Mi chiedo il perché di questo ossigeno demente che continua a defluire limpido nei polmoni – voglio embolia -, mi sento strozzato da questa logica stringente, strangolante, che non vuole abbandonare le macerie delle rivelazioni lineari – voglio confusione -, resta solo un’anima annerita dalla realtà troppo stretta per lasciare scampo al nitore – voglio offuscamento.

Quanta nostalgia per la strada della rovina. Ho aspettato così tanto, ho atteso lungamente, ma non è arrivato nessuno. Sono sicuro che quando me ne sono andato sono arrivati tutti. Mi sono allontanato e avevo solo amaro, ragione e sconfitta dentro tasche capienti, sono scivolato invisibile dentro lugubri pianure senza ostacoli per la vista, stringendo nelle mani un filo del discorso a cui impiccarsi e una condanna lucida che si rifrange nelle luci spezzate dei catarifrangenti che assiepano strade grigie.

Cosa te ne fai di una verità quando puoi avere una menzogna? Un’altra vittima della mente, certo, ma adesso che possiedi una bugia a cosa ti serve la realtà? Comincia una bugia e io la concluderò, dammi la speranza di essere libero e sarò il tuo schiavo perché questa mortalità è la cosa che più si avvicina all’eternità che conosco.

Dolce la falsità come quei giorni ebbri come un delirio, come l’inedia, come un abuso; lusinghiera proprio adesso che devi distruggere tutte le cose che non hai mai chiesto superando la nausea per un costante senso di fine, fin dall’inizio. Errando malati di distacco e di dissolvimento, distanziando ogni cosa vana, una violenta abrasione della crosta dolce della realtà. Fa paura. Bisognerebbe fuggire senza sapere dove andare con l’unica consapevolezza dell’inutilità della decisione, solo per cercare il gelo di una pioggia densa di brividi che mischiano rabbia, freddo e fame e, scossi e tremanti, cercare ancora più odio, se possibile. Ma è solo vagheggiamento del percorso di macellazione, voglia di quella misera verità travestita da saccheggio delle energie emotive, di sacco finale al senso umano arpionato dentro qualche interiora.

Le cicatrici sono così spesse da essere insensibili agli aculei velenosi del linguaggio. Le persone vogliono disperatamente senso ma non gli si può che concedere che frammenti di simboli, stralci di illusioni veritiere, offrendo un corpo deprivato e una mente devitalizzata. E vuoi un inganno o un altro oblio, vuoi la malattia e la cura, vuoi rimozione e castigo, vuoi una volontà indietro, pretendi una possibilità di scelta, uno schermo contro la pioggia e una luce nel buio della notte. E non importa che intanto il mondo venga devastato perché sai non udire chiunque ti invochi.

Indice di leggibilità: 47

Annunci
  1. gio
    19 novembre 2010 alle 23:50

    Le falsità sono talmente tante che la terra non riuscirà mai a contenerle tutte, così sono anche tutte le storie dei mortali.
    Nascere, morire, prendere, lasciare, scoprire sempre d’essere piccoli e insignificanti macchie del grande processo della natura.
    Non ho un’illusione da lasciare ma una certezza, fuori soffierà sempre un vento, che noi lo vogliamo o meno, e quado la burrasca fa male a me piace ascoltarlo.

  2. 20 novembre 2010 alle 16:18

    …ma, a volte, passiamo da spettatori della tempesta a vittime della sua furia.
    Sono confuso, “soy un hombre perdido, si me das a elegir”.

  1. 28 novembre 2010 alle 20:04
  2. 21 febbraio 2011 alle 18:43
  3. 22 marzo 2011 alle 21:11

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: