Home > questioni private > Note sentimentali di un viaggiatore a corto raggio

Note sentimentali di un viaggiatore a corto raggio

Ho viaggiato, forse è meglio dire ho girato. Forse non è stato tanto sensato o conveniente visti i tanti km e il poco tempo effettivo. Ma la voglia di incontrarsi ha dato senso al giro.
Ritrovarsi per riperdersi. Ritrovarsi per ricordare. Ritrovarsi per ricominciare.
Perdersi per borghi solitari. Godere del vento che impone il moto ondoso a un mare di spighe di grano. Dividere un vino sincero come sono le terre non abusate dal turismo. Macinare chilometri nel verde collinare senza incontrare nessuno. Litigare per chi deve offrire la cena, condividere gli scazzi isterici inevitabili per chi passa mesi a esaurirsi in logiche lavorative senza significato.

Nel prima e nel dopo, tra la voglia rivedere i vecchi amici e la mestizia di salutarli, c’è il fido treno. Lento e inesorabile, che ti porta a destinazione consentendoti di consumare l’attesa, prima, e la malinconia dopo, leggendo. Così questi quattro giorni non hanno avuto solo il condimento del vino dell’Oltrepò pavese o della visione strabiliante del chiostretto della Certosa di Pavia ma anche di un libro che, in modo parallelo, è stato il mio diario di viaggio. Pagine che hanno assunto un senso speciale proprio perché incastonato in quei giorni di esplorazione a corto raggio con gli amici fidati. Esplorazione dei luoghi ma anche di noi stessi.

Pagine di un autore che è anch’esso un amico vista la certezza di umanità che ritrovo sempre nei suoi libri.
Nei minuscoli racconti di Eduardo Galeano, nella fila dei ricordi dello scrittore esiliato, del navigatore di luoghi e persone, nelle annotazioni di viaggio, nelle superstizioni conservate, nella raccolta delle scritte sui muri, nel salvare i racconti che rischiano di rimanere senza voce c’è il senso. Il senso dell’abbraccio dei lampi di umanità che bisogna raccogliere e ricordare.
Gli abbracci che non sono solo quelli fisici scambiati con gli amici che vai a trovare durante un breve ponte festivo, sono gli sguardi, le parole che vuoi tenere, i libri che non scorderai, i ceppi sulle strade delle colline dell’Oltrepò che ricordano i partigiani uccisi così come sono abbracci tutti i sacrifici degli uomini che ora ci permettono di essere liberi. Abbraccio è il sorriso, l’aneddoto, il profumo, il coraggio, il silenzio.
Abbraccio è il ricordo dei libri letti e degli amici incontrati.
Dal Libro degli abbracci di Eduardo Galeano: “ricordare: dal latino re-cordis, ripassare dalle parti del cuore“.

Annunci
  1. 4 giugno 2009 alle 08:51

    ho viaggiato molto e in terre lontane, lontanissime…..
    ora sto scoprendo qunto bello sia viaggiare vicino, a cavallo delle nostre terre, dei nostri ricordi e radici….tutto serve, anche andare dall’altro capo del mondo ma ogni cosa a suo tempo

  2. 4 giugno 2009 alle 09:27

    Mi hai fatto venire voglia di fare una bella passeggiata…

    Quel vino non lo conosco…Dev’essere buono.

    Ti auguro una buona giornata, a presto!

  3. 4 giugno 2009 alle 09:47

    Galeano è uno dei must che sempre mi accompagnano, mi guidano e mi consolano.

    Il viaggio è un’altra costante invariabile della mia vita, a segnare tappe, risanamenti, tuffi, amori.

    La Certosa è quasi casa: infatti, questi luoghi, hanno un che di più profondo, oggi.
    😉

  4. 4 giugno 2009 alle 10:15

    Devo prendere un po’ di tempo per me stesso…ho capito.

  5. 4 giugno 2009 alle 12:52

    Ah finalmente! Ti leggo da due tre mesi? forse più forse meno? boh, in ogni caso è la prima volta che ti ‘vedo’ soddisfatto e in tregua sociale. Ti ci voleva sto viaggetto. Ora però torna in prog.

  6. 4 giugno 2009 alle 13:54

    Hai viaggiato con uno dei miei autori preferiti…

  7. 4 giugno 2009 alle 15:44

    Meraviglioso

  8. 4 giugno 2009 alle 16:28

    Bello! Resto ammirata dall’assenza di disgusto…per una volta! Inoltre adoro Galeano e Il libro degli abbracci è stata una rilettura di quest’anno, quindi capisco la compagnia del tuo viaggio in treno. Bentornato con una riserva d’affetto in più :-)Ti abbraccio

  9. 4 giugno 2009 alle 18:11

    bello leggerti con questa serenità e privo di emozioni alla progvolution che ti caratterizzano;-))))
    torna spesso dove il cuore si alleggerisce!;-))
    un abbraccio.

  10. 4 giugno 2009 alle 21:00

    Certo che la fine di un lungo viaggio non può essere coronata meglio che con un abbraccio. Anche se in un film lo troverei prevedibile e melenso.

  11. 4 giugno 2009 alle 21:16

    Grazie Prog.
    Ci nutriamo di istanti, attimi di verità, incontri.

  12. 6 giugno 2009 alle 14:37

    x Bruno
    appare quasi certo che la distanza non costruisce la gioia del viaggio

    x Silvia
    vino amabile, consigliato!

    x Saamaya e Crocco
    Galeano è ormai il mio autore preferito

    x Le Favà
    già tocca… ma non è paradossale ridursi al punto di ritagliarsi spazi per sé? Prima dove eravamao? 😉

    x Aleph
    beh qualche periodo di tregua lo vivo ma non sono interessanti e durano poco, lo spazio di un post…

    x La Mente persa
    grazie

    x Arnica
    vedo con soddisfazione che Galeano ha molti affezionati…
    Purtroppo sai che, visti i tempi, il disgusto tornerà…

    x Aglaia
    potrei avere una crisi di identità 😉

    x sytry82
    dai un lieto fine una tantum, ci può stare

    x Amatamari
    la grandezza dell’istante è che non dura
    la miseria dell’istante è che non dura

  13. 8 giugno 2009 alle 09:08

    Sant’Eusebio…mi ha ricordato il film: Per grazia ricevuta, con Nino Manfredi.
    Belle queste pause…sono necessarie per ricominciare.

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: