Home > comunicazione > Post-it umano

Post-it umano

Mi capita in ufficio di essere utilizzato come promemoria vivente “poi ricordami che…“, insomma assolvo alla nobile funzione di post-it umano. Stasera assolvo la stessa funzione per me medesimo.
Un post it. Appunto me stesso giusto per ricordare a me stesso che esisto anche se non posto.
Esisto tra le pieghe di tutti i post che scrivo e cestino.

Ho una mia consistenza in tutte quelle parole che non si trasformeranno mai in bit.
Curioso come riesca a provare imbarazzo per me stesso, così scarto argomenti, idee e frasi.
Deve essere lo stesso meccanismo emotivo che ti lascia attonito quando leggi un libro che racconta anche di te in maniera talmente profonda da annichilirti e farti sentire nudo di fronte al mondo. Scoperto, stanato.

Mi trovo con questi tentativi di espressione, li rileggo e rifletto se dirottarli sul tumblr. Alla fine decido negativamente.
Qualcosa deve rimanere nel cassetto e qualcosa nel cestino.
Non tutto va consumato in pubblico. Bisogna selezionare, fare i preziosi con se stessi, “che ti venga voglia di me” cantavano ai CCCP e io lo canto a me stesso.

Visto il porco mondo generale potrei rispolverare il mio post suino e vantarmi di avere la vista lunga.
Ma anche no.
Chiudo proponendo 4 minuti di armonia e ricordandovi che, se avete una mappa, conviene seguirla…

Annunci
  1. 29 aprile 2009 alle 00:11

    Anche un pezzo di me è un parto sfornato dal Pessoa DOcet, anche se prediligo Lisbon story.
    Essia.

  2. 29 aprile 2009 alle 10:09

    Però l’uomo è venuto prima del post-it … 😀

  3. 29 aprile 2009 alle 11:02

    Mi ci vorrebbe proprio un post-it umanoide, hai un bel ruolo se ci pensi : nelle cose che ti dicono di ricordare c’è tutto un loro mondo, a saperlo leggere. In ogni caso, è un peccato per i post-nel-cestino. Il fatto stesso che ti spingano a buttarli li rende più interessanti a noi lettori ( che voleva scrivere? Cosa non vuole dire ? Cosa non gli riesce? ecc ecc
    Un libro che mi rispecchi o parli di me, non l’ho ancora letto, o forse dipende dalle ‘fasi ‘ della vita, che inevitabilmente cambiano e ciò che era vero un tempo non lo è più o viceversa.

  4. 29 aprile 2009 alle 12:02

    A me succede l’inverso, temo di scordare qualcosa e mi capita di dire spesso “ricordami questo o quello” salvo che immancabilmente poi mi ricordo da sola.
    Certo che esistiamo anche se non postiamo 🙂
    Non ho mappe oggi, mi godo questi 4 minuti
    Ciao

  5. 29 aprile 2009 alle 13:09

    ” Poi ricordami che … “

  6. 29 aprile 2009 alle 14:23

    ..non ho la mappa…dici che devo averla?…poi però saprei dove andare…invece….

  7. 29 aprile 2009 alle 14:48

    Almeno tu ti prendi “seriamente”, scarti del materiale per esibire ciò che vuoi lasciare scoperto.
    Io prendo tutto quel che viene da me, nessuna importanza hanno le mie idee.

  8. 29 aprile 2009 alle 15:38

    Ieri ho ho visto un film su Sky, dove due oche per darsi importanza con gli amici dicevano di aver inventato il post-it. Facendo ovviamente una figura merdosissima!
    Il mio post_it è mia madre. Io tendo al contrario di te a dimenticare anche volutamente.

  9. 29 aprile 2009 alle 15:55

    se la tua consistenza è nelle parole che non si trasformeranno mai in bit…un saluto inconsistente Prog

  10. 29 aprile 2009 alle 16:53

    Capita di avere certi dubbi ed aver bisogno di conferme…
    In quanto a mappe, direi che è meglio non averne e viaggiare a vista!

  11. 29 aprile 2009 alle 17:21

    Mai seguìto mappe, forse solo quella genetica, ma perché sono obbligato!

  12. 29 aprile 2009 alle 17:32

    Bel libro
    Bel video
    Bel post
    it umano

  13. 29 aprile 2009 alle 18:30

    Ecco …..chi ha rubato oggi nel mio ufficio l’ultimo post-it !!:))
    Umano !!
    Vania

  14. 29 aprile 2009 alle 20:08

    semplificarsi la vita srebbe noioso vero?;-)
    besos!

  15. 29 aprile 2009 alle 20:10

    ….Ho smarrito le carte del mio andare….Ricordami la strada del mio andare, per cortesia.
    Una smemorata inacallita ( ma è l’età)

  16. 29 aprile 2009 alle 21:17

    Ogni tuo chip, è gradito.

  17. 29 aprile 2009 alle 21:48

    Tra un post donato e un post cestinato l’inesprimibile nulla…non è vero…noi ci siamo anche se non facciamo post.
    Buona serata

  18. 30 aprile 2009 alle 12:17

    Ma : postiamo per esistere o esistiamo per postare????
    PS : ricordami che il 18 maggio devo farmi una doccia, grazie.

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: