Home > società > Benvenuti nella nuova era: era di gay, era di omofobia, era di ronde, era di ipocrisia

Benvenuti nella nuova era: era di gay, era di omofobia, era di ronde, era di ipocrisia

Sottotitolo per lettori affezionati: Progvolution è gay

Di sicuro lo sapete anche voi, ormai è argomento di discussione comune “Luca era Gay”.
Di primo acchito ho pensato che fosse lo stesso Luca di cui cantava un’altra canzone “Silvia lo sai, lo sai che Luca si buca ancora …” riuscendo a mettersi insieme i 2 più grandi tabù dei reazionari italiani: droga e omosessualità. Ma sì, va a finire che a farsi le pere si rischia l’omosessualità…

Ma non preoccupatevi basta un santino di Padre Pio per mollare l’eroina satanica e passare all’accettabilissimo cocktail (produttivo) di alcool, coca, prozac e valium.
E basta un dvd di Papa Wojtla (santo subito che il Paradiso non attende) per abiurare la demoniaca lascivia sodomitica per diventare degli ottimi cristiani, buoni padri di famiglia, adulteri e puttanieri. Sono i miracoli della fede e dei “valori” (sì proprio quelli che le brave persone dicono che non ci sono più…).

Ma un’attenta ermeneutica della canzonetta mi spinge a ritenere che l’unico senso che si può attribuire al verbo imperfetto (“era”) è che Luca “era” gay finché era vivo. Poi, succede anche agli etero, è morto. Mi è venuto il dubbio che ci abbia lasciato le penne proprio con l’inaugurazione delle ronde dei cittadini (minchia quanto mi sento più sicuro!). Forse Luca è stato proprio blindato dalle ronde di solerti cittadini, eroici difensori della civitas italiana. Probabilmente, uscendo da qualche equivoco locale gay mal frequentato (intendendo seminaristi, deputati, etc) ha incrociato i virilissimi virgulti del neofascismo italiano che, si sa, quanta tolleranza espandono con i loro coltelli e le loro catene.
Quindi probabilmente Povia voleva fare una canzone-denuncia delle violenze fasciste contro i presunti “diversi” e la solita miope critica ha mal interpretato.
Voglio solo dire che mi dispiace che il povero Luca sia morto, avrei preferito la dipartita di qualche viscido frustrato omofobico con aspirazioni artistiche.

Quello che forse non sapete è che Progvolution era gay. In realtà, in quanto essere post-umano a rigor di logica dovrebbe essere anche post-sessuale ma per motivi meramente letterari in questo post soprassederemo sulla natura “post” dello scrivente.
Progvolution era gay, vi dicevo. Era gay come tutti gli uomini che non sono sposati a 40 anni, come tutti quelli che non ostentano a ogni piè sospinto una marcata virilità, come quelli che non vantano un lungo curriculum di conquiste estive, come tutti quelli che sono schivi, efebi e sensibili. Era gay come tutti quelli che devono accusare gli altri di esserlo per allontanare dalla propria mente la paura di esserlo.

In realtà, a dirla tutta, Progvolution non era ma è gay perchè è stufo marcio della subcultura machista italica che deve riaffermasi costantemente per non essere messa in crisi.
Progvolution è gay perchè non trova offensivo esserlo.
Progvolution è gay per solidarietà.

Ultima nota di servizio: il mondo era ipocrita e sessuofobo…

Annunci
  1. 23 febbraio 2009 alle 19:33

    Bene, così non devi cacciare una lira, cioè un cent al dottore perché ti curi.

  2. 23 febbraio 2009 alle 19:57

    Grazie Prog…nel leggerti mi è venuto in mente De Andrè……E se credete orache tutto sia come primaperché avete votato ancorala sicurezza, la disciplina,convinti di allontanarela paura di cambiareverremo ancora alle vostre portee grideremo ancora più forteper quanto voi vi crediate assoltisiete per sempre coinvolti,per quanto voi vi crediate assoltisiete per sempre coinvolti…

  3. 23 febbraio 2009 alle 20:05

    a parte l’insulsa canzone di Povia e l’ipocrisia del personaggio, ho sempre odiato il falso moralismo nelle canzoni e le subdole strumentalizzazioni.

  4. 23 febbraio 2009 alle 20:14

    …………stato detto tt….solo un salutone!

  5. 23 febbraio 2009 alle 20:15

    anche io ho quasi 40 anni e non sono sposato…….pero’ ho interpretato in una altro modo la canzone e l’ho trovata molto bella, a prescindere da tutto….. si puo’ criticare, giudicare, dire tutto cio’ che si vuole ma qui si è costruita una critica negativa 2 mesi prima ancora di leggere….mi sembra un po’ eccessivo……poi i gusti non sono tutti alla menta, per fortuna

  6. 23 febbraio 2009 alle 21:02

    ….capirai…ho anche un piede nella fossa visto che ho 47 anni…morto che parla ..appunto!:-)

  7. 23 febbraio 2009 alle 21:03

    Certo, essere gay non è offensivo! E’ offensivo vedere padri stupratori, preti pedofili e magari anche stupratori. E’ offensivo vedere tanta ipocrisia. Questo è altamente offensivo!Quando si parla di Amore anche fra due persone dello stesso, è Amore è basta

  8. 23 febbraio 2009 alle 21:05

    In realtà, sembra che il tempo vada avanti. Ma è una illusione.Stiamo regredendo culturalmente.E come direbbe puffo brontolone, ‘che è peggio’

  9. 23 febbraio 2009 alle 21:11

    Secondo il Povia pensiero, Progvolution è gai perche la mamma lo voleva tutto per lei e gli diceva niente donne e lui non la voleva tradire, mentre il padre beveva e sostanzialmente era un imbelle,quindi con questa famiglia che puoi aspettarti,anzi che non ha sterminato tutti.

  10. 24 febbraio 2009 alle 05:08

    Marco,me uno a la proesta.Yo tambien soy Gay…..Un beso

  11. 24 febbraio 2009 alle 08:40

    Profondi i tuoi pensieri, come sempre. Mi hanno divertita molto i commenti. E’ vero: meglio un luca tornato alla “normalità” che un luca assassino, con quei genitori. In Italia si fa un gran parlare di tutto, questo è il problema!

  12. 24 febbraio 2009 alle 09:56

    Caro Progvolution tu sei semplicemente una grande persona. Quello che scrivi smuove le corde più intime del nostro essere “umani” (umani? si fa per dire)Ti abbraccio forte.Lara

  13. 24 febbraio 2009 alle 14:59

    Povia è gay ma ancora non lo sa…quando lo capirà forse si toglierà quel sorrisetto ad oltranza che si è stampato sulla faccia! Prog è una bella persona, Povia è un imbecille che non meriterebbe tanta attenzione se il tema in questo triste Paese non fosse tabù.

  14. 24 febbraio 2009 alle 15:17

    Povia con i bambini che facevano oooohh lo avevo trovato agghiacciante, col piccione demenziale, con l’ultima canzone l’ho trovato semplicemente idiota.

  15. 24 febbraio 2009 alle 15:46

    Questo paese non cresce, non matura, passano gli anni ma i finti moralismi la fanno ancora da padrone…Un altro buon motivo per vergognarsi di essere italiani.. Bel post Prog, dovrebbero leggerlo in molti…A presto

  16. 24 febbraio 2009 alle 17:50

    E la madonnaaaaaaaaa, tutto sto post per fare outing!!!Finalmente ti sei liberato và…speriamo che non diventi ‘era’ anche tu e finisce che ti sposi. Resisti! Se ci sei riuscito fin’ora ce la dovresti fare. Ciaooooooo!

  17. 25 febbraio 2009 alle 13:45

    Allora imbraccia il mitra, bello, e difenditi le chiappe. Ché presto, in questo paese ce ne sarà bisogno! 😉

  18. 25 febbraio 2009 alle 19:17

    ho viaggiato, ho vissuto anche in altri paesi, ma mai in nessun altro paese come qua, ho avertito così tanto marcio coperto dalle ceneri del bigotismo, di ipocrisia, di mentalità cristiana retrograda che non ha nulla di vero senso di cristianesimo. sarà perchè ci sta vaticano?

  19. Sa
    26 febbraio 2009 alle 10:40

    anche Sa era ed’è gaySa

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: