Home > politica > Invito al suicidio della Sinistra italiana

Invito al suicidio della Sinistra italiana

Devi scomparire cara sinistra.
Cara sinistra deve sparire anche se non vuoi.
Ma devi farlo in un lampo e non trascinandoti stancamente guardandoti con noncuranza perdere pezzi nel cammino.
Devi sparire per lasciare almeno un bel ricordo, almeno un ricordo di cosa reale e non di semplice ectoplasma.

Smetti di rincorrerti, smetti di truccarti, smetti di cercare di salvare il salvabile.
Cos’è rimasto di salvabile?

Smetti di essere qualcosa che non sei. Lascia perdere, meglio scomparire che mutare. Il mutamento ti annienterà crudelmente, giorno dopo giorno, con un lunga tortura per chi ci credeva e non potrà neanche godere del sapore nobile della nostalgia.
Distruggiti, suicidati. Ma velocemente!

Rinuncia a questa agonia prolungata fatta di tradimenti, meschinità, perdita di identità.
Smetti di parcellizzarti, smetti di strisciare in mille rivoli, annientati!
Smetti di umiliarti per i resti, non ha senso attaccarsi alle briciole, abbandona tutto.
Non puoi rinunciare a te stessa e non riuscire a capire perché ogni giorno sei più sola e mal frequentata.
Con un scatto di lucido orgoglio puoi mettere fine a questo penoso stato vegetativo, puoi scegliere di tirare il grilletto, puoi scegliere una fine dignitosa invece che un patetico trascinarsi senza senso.
Non è il paese che si è allontanato, sei tu che ti sei alienata dal paese.

Lascia stare.
Chiudi le giravolte, chiudi le abiure, chiudi le scuse.
Finisci i cambi di rotta, gli aggiustamenti, le lotte intestine.
Dai un taglio alle scissioni, al fratricidio, alla difesa della ragion pura.
Metti fine ai compromessi, al machiavellismo, all’opportunismo.
Non logorarti, smetti di infierire, cessa l’autolesionismo.
Falla finita. Scompari, scompariamo.

Cara sinistra, ricordati le parole di Neil Young:

“Meglio bruciare in una fiammata che appassire”.

Annunci
  1. rom
    20 febbraio 2009 alle 16:58

    La sinistra… Quale?Se ho capito l’insieme a cui ti riferisci tu con questo nome, fu uccisa a Yalta, preventivamente, e i capi del partito comunista lo sapevano, prestandosi a un gioco di falsità che insaccò milioni di voti di italiani, per tanti anni. Sapevano di non poter arrivare al governo del paese, anzi: sapevano che, in caso, si sarebbe scatenata la legittima reazione, manifesta e segreta- legittima secondo gli accordi che erano stati presi dai vincitori della guerra – e ciononostante chiamarono a sé, castrandoli, i voti di tanti, le energie di tanti. Fu il grande inganno della sinistra di allora, per decenni. Errore che si è trascinato nel tempo, con le conseguenze a cui tu hai accennato.

  2. 20 febbraio 2009 alle 17:21

    Questo sì è un parlar chiaro! Ah, fosse scomparsa quando nacque!

  3. 20 febbraio 2009 alle 17:23

    Cos’è rimasto di salvabile? Niente, assolutamente niente! la vedo dura

  4. 20 febbraio 2009 alle 18:23

    E no! dobbiamo morire berlusconiani o peggio dell’Udc,non sono d’accordo,se mi dici che devono bruciare in una fiammata per poi rinascere dalle ceneri come l’araba fenice va bene,ma se restano solo le ceneri da mettere in un urna non va bene.

  5. 20 febbraio 2009 alle 18:33

    Non c’è nulla da salvare…sono contento dello sfascio…solo così la si potrà ricostruire!!! MA NON CON GLI STESSI UOMINI…ALTRIMENTI SARA’ TUTTO INUTILE!!!< HREF="http://cristianbelcastro.blogspot.com" REL="nofollow">http://cristianbelcastro.blogspot.com<>

  6. 20 febbraio 2009 alle 18:35

    c’e’ un solo partito al mondo, la destra…prog! sei un mito!siamo senza speranza?… speriamo di no!

  7. 20 febbraio 2009 alle 21:07

    Se la sinistra vuole scomparire e mi sembra che ne abbia tutte le intenzioni, lo faccia pure, io non scompaio. Sono e resto di sinistra. Voto e voto a sinistra.Anzi da stasera bevo, mangio, scrivo etc. tutto con la mano sinistra. Quell’altra la elimino, così, tanto per ricordarmi da che parte stò. Berlinguer, Petroselli tornate quà che c’è tanto bisogno di voi.

  8. 21 febbraio 2009 alle 00:44

    Caro <>Monticiano<> così sarai anche tu < HREF="http://albertocane.blogspot.com/2008/09/noi-che-siamo-mancini.html" REL="nofollow"> del nostro club<>. Bisogna pur sorridere.

  9. 21 febbraio 2009 alle 11:09

    Prima di riavere una parvenza di sinistra vera ci vorranno anni , e intanto saremo in balia del nano… Un panorama apocalittico…

  10. 21 febbraio 2009 alle 12:28

    E io che ho visto trasformare il Paese, ancora non mi capacito, non lo comprendo… Il suicidio della sinistra è in atto da anni, una morte lenta e inesorabile. L’Italia ha subìto una metamorfosi, ma, anzichè diventare farfalla, è diventata un malefico drago.

  11. 21 febbraio 2009 alle 15:32

    Condivido il pensiero del Monticiano. Di sinistra lo sono dentro, nei pensieri, nel modo di agire.

  12. 21 febbraio 2009 alle 19:57

    Una dolorosa, profonda dichiarazione d’amore, che molti forse non condivideranno, ma che tocca le mie corde.Precisato questo, però mi sento di agire come il Monticiano…tanto la mano sinistra la so usare piuttosto bene.Ciao Prog.Annarita

  13. 21 febbraio 2009 alle 21:01

    Di sicuro come dite voi di salvabile non c’è niente. Tanto vale farla finita cara sinistra.

  14. 21 febbraio 2009 alle 22:50

    La Sinistra era già morta ora si é solo ufficializzato il trapasso, e con Franceschini é stata anche seppellita.

  15. 22 febbraio 2009 alle 11:46

    Pro…mi dici, per favore, dove posso copiare il codice del tuo banner? Grazie.

  16. 22 febbraio 2009 alle 11:54

    ohhhhhhhh caro,grazie x la precisazione x quanto riguarda l’autore della poesia:Ci son cascata anch’io!E da anni ke la conosco e la tenevo custodita ,fidandomi di ki me l’aveva passata………grazie.grazie millebuona domenicaLella

  17. 22 febbraio 2009 alle 12:45

    Non esiste più. E’ cambiato il “capo” ma tutto il resto è rimasto pressochè identico. Si stanno suicidando da soli… Basta solo avere pazienza e aspettare un po’.

  18. 22 febbraio 2009 alle 13:03

    Ciao Prog!Lo riscrivo anche qua che…capita anche ai saggi di sbagliare! Ma saggio si rivela chi ammette l’errore, ed è più saggio ancora se ci aggiunge anche un sorriso sopra :-))

  19. 22 febbraio 2009 alle 14:25

    Uhm la Sinistra quella vera…quella che muoveva e smuoveva gli animi…che toccava la folla…che si faceva promotrice di uguagliaza sociale,uguaglianza lavorativa, uguaglianza davanti alla legge…è morta con il Funerale di Enrico Berlinguer…poi quello che ne rimaneva è stata fatta fuori da chi pensava che da solo avrebbe vinto…chi si metteva una maschera per poi indossarne un altra…con pure PRC e PdCI fuori dal parlamento sia giunti vicino ad un baratro…pero’ non è finita se non si tocca il fondo non si puo’ risalire…io sono positivo 😀

  20. 22 febbraio 2009 alle 17:00

    Cara Serenella ecco il codice:Sussurri obliqui

  21. 23 febbraio 2009 alle 09:25

    CIAO!!BBUONA GIORNATA A TE!! :-(((((LINA

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: