Home > società > AIDS: smettiamoci di farci del male. Silenzio e stupidità uccidono

AIDS: smettiamoci di farci del male. Silenzio e stupidità uccidono

AGI Salute – “Il primo dicembre è la Giornata mondiale per la lotta all’Aids. Le stime del 2007 parlano di 33,2 milioni di persone colpite da Aids, di cui 2,1 milioni sono bambini di eta’ inferiore ai 15 anni. Seco ndo i dati dell’Istituto superiore di sanità, aggiornati al 31 dicembre 2007, in Italia si verificano 4 mila nuove infezioni l’anno: dall’inizio dell’epidemia all’anno scorso sono 59.500 i malati di Aids: la regione in assoluto più colpita e’ la Lombardia, mentre nell’ultimo anno il tasso d’incidenza più elevato e’ stato quello del Lazio.In Italia vivono 24 mila persone con l’Hiv e i nuovi casi della popolazione straniera incidono per il 20% del totale. Attualmente la via di trasmissione del virus e’ quasi esclusivamente quella sessuale: scende progressivamente, infatti, il numero dei tossicodipendenti che diventa sieropositivo, come il numero dei bambini che si infettano dalle madri”.
Ritengo che solo la stupidità è peggio del silenzio.
In questo caso stupidità e silenzio uccidono.
I numeri mondiali ci dicono che si tratta di un epidemia gravissima, una delle tante notizie di cui si parla poco. Ma sono i numeri italiani a stupire. Con 4.000 contagiati l’anno siamo di fronte a un fenomeno consistente su cui tenere alta la l’informazione e la consapevolezza, soprattutt

o dei giovani.
Invece niente.

Al di là di quello che si sentirà in questi giorni in occasione della giornata mondiale, il vuoto, soprattutto istituzionale.
Mi ricordo gli anni 90, la morte di Freddie Mercury, il film Philadelphia. Di AIDS si parlava tanto (a volte troppo e in maniera isterica) sembrava che si stesse formando una coscienza solida verso i rapporti sessuali protetti. Oggi? La sensazione che passa è che trattasi di una “malattia” orma estinta. Sappiamo come tutto quello di cui non parlano (ossessivamente e compulsivamente, di solito) giornali e tv non esiste.
I 60.000 ammalati sembrano dimostrare questa sensazione di un paese sempre fibrillato dalle emergenze di turno ma con una memoria breve, troppo breve.Leggete i risultati di questo allucinante sondaggio: gli italiani non temono l’AIDS.

Smettiamo di farci del male!
Sembra assurdo, ma ritengo utile lasciare questo pro

memoria:
i rapporti sessuali non protetti (cioè senza uso del preservativo) comportano il rischio di ammalarsi di AIDS, una malattia terribile per la quale non esiste ancora cura.
L’AIDS si contrae con lo scambio di fluidi corporei (sangue, sperma, ecc) pertanto anche lo scambio di siringhe ti espone al rischio di contrarre la malattia.
Non esiste cura, ma solo prevenzione.

Annunci
  1. 1 dicembre 2008 alle 18:18

    Forse 4000 nuovi infettati sono meno della meta’ dei morti per incidenti d’auto e per questo non se ne parla piu’? Leggi di grandi numeri…

  2. 1 dicembre 2008 alle 19:01

    Post importante. In effetti ultimamente in questi anni non se ne parla più e la malattia in occidente sta pericolosamente riemergendo con numeri preoccupanti.

  3. 2 dicembre 2008 alle 08:46

    Ero all’oscuro del numero dei malati di Aids in Italia. Impressionante.Sai come funziona, se in tv non ne parlano noi del bel paese non ne sentiamo l’allarme…gio

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: