Home > politica > Social card: l’elemosina della carta del non reddito

Social card: l’elemosina della carta del non reddito

La social card, visto che siamo in Italia, penso si debba tradurre letteralmente come scheda sociale.

Forse una traduzione più appropriata sarebbe tessera sociale.
Questa scelta lessicale ci aiuta a capirne anche le origine profonde: la cara vecchia, generosa tessera del pane pensata da quello che l’attuale presidente della Camera ha definito il più grande statista del 900 (e che qualcun altro definisce dittatore sanguinario, punti di vista).

A vederla sembra una carta di credito ma a leggere del suo funzionamento verrebbe da dire che è una carta del non reddito.
Un pezzo di plastica ornata dal simbolo della più famosa società che gestisce le carte di credito (si che bello! quelle dei ricchi! un effetto simbolico stupendo). Un tesserino da esibire orgogliosi per dimostrare il proprio stato di indigenza. Orgoglio? Non si può parlarne perché la card è anonima. Giustamente chi l’ha pensata ritiene che essere poveri è una cosa di cui vergognarsi e non si può infangare il proprio nome con questo marchio. La rispettabilità di questi relitti umani viene così preservata. Il nome non verrà sputtanato, solo la faccia…

L’utilità è palese: anziani e famiglie con almeno un bimbo sotto i 3 anni che dispongono del favoloso reddito di 6,000 euro l’anno (la meta dello stipendio di un mese di un parlamentare italiano tanto per intenderci) vedranno il loro reddito mensile passare da 500 a 540 euro. Non male! Certo la tessera della P2 (chi governa oggi di tessere se ne intende) regalava più vantaggi ma, si sa, siamo in un momento di crisi.

Vuoi mettere? 40 euro al mese (per ben un anno!) corrispondono a 1,3 euro al giorno. Una cifra che, a ben pensarci, possiamo comporre di monetine. Forse, invece che la card, si poteva pensare a un funzionario del Governo che giornalmente passava dai beneficiari e lasciava cadere l’agognata somma dentro una mano a cucchiaio?

Ma con il caro euro di questi anni non era meglio arrotondare questa elemosina a 2 euro, dai cifra tonda, veniva meglio!

“tutte le cose hanno troppo prezzo, per l’elemosina c’è social card”

Annunci
  1. 26 novembre 2008 alle 21:11

    I poveri hanno troppa dignita per stendere la mano nelle strade e quindi si è inventata l’elemosina elettronica riesco solo a pensare che come al solito ci saranno dei furbi evasori totali e finti disoccupati che ne approfitterano.

  2. 26 novembre 2008 alle 23:27

    La vergogna non è essere poveri, ma che il massimo della redistribuzione del reddito sia questa.un saluto

  3. 27 novembre 2008 alle 00:03

    Ciao,d’accordo col concetto di Schiavi.In blog abbiamo tradotto graficamente il concetto.

  4. 27 novembre 2008 alle 12:29

    WOW che lusso!!!!!Direi che la volontà politica di togliere la dignità a chi è realmente in difficoltà è palese.E’ un segno dei tempi.Passiamo all’estero come sornioni “cucù abbronzati” e adesso pure accattoni!I’m italian and that psiconano is not speaking in my name!

  5. 27 novembre 2008 alle 18:31

    x schiavi e Altromedia:ovviamente concordo, la vergogna del post si riferiva alla visione di chi ha creato la s.c.

  6. 27 novembre 2008 alle 20:26

    Problemi d’amore? Palinsesti della prima serata? Il Giornale da comprare in edicola? Assicurazioni? Per questo c’è Mediaset, per tutto il resto dalle bollette alla macchina nuova nessun problema, c’è la social mastercard del governo….

  7. 28 novembre 2008 alle 12:28

    Non solo la presa in giro, ma anche l’umiliazione di esibire la propria povertà con tanto di social card.Un vero gesto umanitario.

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: