Home > politica > Siete tutti cattivi con quella povera donna!

Siete tutti cattivi con quella povera donna!

Siete tutti cattivi con quella povera donna!

Che colpa ha lei se le hanno fatto firmare una riforma che neanche a letto e che non la interessa minimamente?

Che colpa ha lei se la mandano allo sbaraglio in parlamento a dire parole difficili che dovrebbero dire solo quelli cattivoni dei comunisti? Sarà mica necessario che il ministro della Pubblica istruzione sappia parlare l’italiano, comprese le parole strane?

Che colpa ha lei se il suo datore di lavoro minaccia con il manganello chi non vuole vedersi scippato del diritto all’istruzione?
Salviamo il soldatino Maria Stella da tutto questo incomprensibile astio.
Ministro ha la mia comprensione.

“Salutandovi indistintamente

Progvolution che sono io…
apri una parente ….che sono io, Progvolution … hai aperto la parente ? Chiudila

Annunci
Categorie:politica Tag:
  1. 23 ottobre 2008 alle 19:36

    Hai proprio ragione l’hanno buttata allo sbaraglio non sa neanche di che parla,stiamo messi bene, e il suo capo poi,qui lo dico e qui lo nego,ci prende tutti per cretini.Questa è il ministro della Pubblica DIstruzione,mi è scappata una d di troppo.

  2. Anonymous
    24 ottobre 2008 alle 01:42

    Ma andate a dar via il culo tu e quei cretini/e che hanno commentato prima di me! da Berlusconi dovete solo imparare a stare al mondo fannulloni che non siete altro, la maggioranza degli Italiani si è convinta che è ora di farla finita con i piangina e i menapirla!altro che sindacati ed andare in piazza a manifestare.Andate a lavorare barboni!!! che siamo stufi di mandare avanti l’Italia da soli!

  3. Oyyè
    24 ottobre 2008 alle 03:20

    Anonimo SI NU SCEM!

  4. Anonymous
    24 ottobre 2008 alle 09:24

    la povera gelmini è persino andata a reggio calabria per fare l’esame da avvocato… insieme a trenta / quaranta amici della zona, dice lei… chi erano? tutti amici degli amici del giardiniere della villa del boss, che a sua volta li ha raccomandati agli amici degli amici calabresi?! forse è per quello che non conosce la legge da lei firmata e di cui tutti parlano male… perchè? questa è la sola domanda che le gira in testa….povera donna… aiutiamola a scindersi dal boss… insegnamole a leggere e a scrivere, e forse qualcosa capirà!

  5. Anonymous
    24 ottobre 2008 alle 09:32

    anonimo vedo che madi tutti a dar via il culo.parli per esperienza personale.faccio la fannullona come dici tufacendo un lavoro precario.tu vuoi mantenere i privilegi acquisita dando via il culo.penso che se pur hai studiato il diploma o la laurea o la lincenza media te li sei guadagnati allo stesso modo, lecchino.

  6. Anonymous
    24 ottobre 2008 alle 09:37

    Povero anonimo che manda tutti a dar via il deretano.Chi non la pensa come lui è un fannullone.ha ragione “oyyè” sei un poveroscemo.

  7. francesco
    24 ottobre 2008 alle 09:47

    è pure sincera. ha detto che nessuno perderà il posto. i 120000 precari che da dieci anni campano di supplenze, il posto non ce l’hanno, quindi: di cosa si lagnano?

  8. Anonymous
    24 ottobre 2008 alle 10:13

    i tagli alla scuola sono deleteri per la cultura.sono anni che si riducono gli organici del personale.Chiudono :Uffici ScolasticiProvinciali-Uffci provinciali del tesoro .Le scuole private e paritarie ricevono contributi dallo stato (facendo pagare rette salate alle famiglie che se lo possono permettere)erogando un servizio di scarsa qualità. Nelle scuole superiori paritarie i diplomi sono venduti ai privatisti.La scuola statale deve essere migliorata non declassata(le paritarie otterranno più contributi con meno servizi).Questo Governo corre verso la privatizzazione della scuola Italiana facendosi beffe degli alunni e dei dipendenti .Siamo tutti fannulloni con noi il Ministro Brunetta docente

  9. 26 ottobre 2008 alle 19:23

    Le classi ponte per immigrati sono l’anticamera del razzismo istituzionalizzato. Un esempio tra i tanti che conosco: una bambina rumena è arrivata in Italia poco più di un mese fa senza sapere la nostra lingua. Dopo un mese di scuola parla già un italiano comprensibile e comunica con i compagni. Ora stiamo lavorando per ampliare il suo lessico con un lavoro specifico. Se fosse stata in una classe con albanesi, marocchini, cinesi con chi avrebbe imparato a parlare? Che la lingua parlata si impari molto prima e più facilmente socializzando è un mistero solo per la lega e Berlusconi.

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: