Home > politica > Non solo fannulloni! Insulti, falsità e propaganda: la strada della privatizzazione dell’Italia

Non solo fannulloni! Insulti, falsità e propaganda: la strada della privatizzazione dell’Italia

Non trovereste offensivo trovare nel sito del Ministero degli Interni una sezione intitolata “Ebrei: non solo usurai”?

Non trovereste offensivo trovare nel sito del Ministero delle Pari opportunità una sezione intitolata “Donne: non solo prostitute” e una “Gay: non solo AIDS”?
Ebbene.

Non solo fannulloni” è il titolo che campeggia nella home page del sito ufficiale del Ministero per l’innovazione.
Il sito di un organo costituzionale. Un Ministero. A cui capo cioè un Ministro che rappresenta il popolo italiano e che ha giurato sui valori della Costituzione italiana.
Ebbene questo Ministro, Brunetta, ha sentito l’esigenza di creare un sito apposito per segnalare quei pochi, isolati, rari e incomprensibili casi in cui la P.A. funziona, così da poter mettere in luce quell’esiguo manipolo di dipendenti che lavora.

Con la scusa di “riconoscere i meriti e di premiare i migliori” il termine fannulloni non è più il linguaggio giornalistico o la sparata demagogica di un ministro frustrato dalla sua statura, no! È un termine che diventa ufficiale, ministeriale.
Un investitura istituzionale e definitiva.
Un modo molto elegante per infangare 3 milioni di cittadini italiani che svolgono onestamente il loro impiego.
L’affermazione formale (per negazione) che tutti i dipendenti pubblici sono indubitabilmente (a detta del rappresentante di Governo che li deve dirigere come punta della piramide del pubblico impiego) degli scansafatiche (quindi ladri in quanto rubano lo stipendio) e solo chi si segnala in questa sezione non lo è.
Se non ti segnali, ti autoaccusi.

È offensivo. Punto.
Offensivo per chi lavora con coscienza e onestà. Basterebbe che ci fosse anche un solo onesto per rendere questa operazione uno spregevole esempio di qualunquismo becero, propaganda stile SS, vergognosa mancanza di rispetto ed educazione.
Insinuare così subdolamente un dubbio è vile e fascista. Quel sito sta diventando come i protocolli di Sion. Si sta cominciando a costruire una falsa verità storica, ad uso di future repressioni e pogrom culturali di vario tipo.
Si stanno gettando le fondamenta “morali” per potersi sbarazzare a medio termine di tutto il pubblico impiego (presentato come solamente parassitario e fonte di ogni male della povera Italia), per potere gettare nelle mani avide dei privati i servizi che dovrebbe essere pubblici in quanto di gestione dei beni appartenenti alla comunità e di interesse generale. Privatizzare tutto: l’acqua, la scuola, le strade, gli ospedali, le pensioni, l’assistenza. Dentro gli onesti privati è un calcio in culo ai ladri impiegati pubblici. Solo un pò di pazienza per delegittimarli.
Non solo quindi una operazione culturale ottusa e insensata, ma anche una gloriosa strategia liberista per privatizzare il patrimonio pubblico.

L’operazione è chiara:

  • Trasformare il luogo comune in verità.
  • Consolidare il pregiudizio.
  • Inscenare una campagna di odio.
  • Scacciare le mosche con il cannone.

Io vorrei una parola di solidarietà.
[nella foto i protocolli di Sion, da Wikipedia]

Annunci
  1. 11 settembre 2008 alle 23:42

    mi sento una merda, in qualità di italiano che ha permesso a brunetta e aquesto governo di governare (sia chiaro che non li ho votati, ma mi ritengo comunque responsabile)

  2. 17 settembre 2008 alle 20:32

    Hai la mia solidarietà di figli di statali.Chiaramente non dirigenti.

  3. 18 settembre 2008 alle 18:18

    Grazie Thetoma

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: