Home > questioni private > Saba e l’elegia dell’amicizia

Saba e l’elegia dell’amicizia

L‘amico Saba ha scritto un post sul senso dell’amicizia che mi riguarda e che penso meriti di essere riportato insieme alla mia risposta:

Un bacio, un abbraccio. A tutti i miei amici, a Marco.

Ci sono tanti tipi di amicizie. Diamo per scontato oramai che un rapporto sociale con un tuo simile, che duri dai 5 minuti in poi, possa definirsi amicizia.
Oggi dichiariamo amici, tutti coloro che per un motivo o per l’altro hanno a che fare con noi.

Riporto l’etimologia di “amico”: amicus, amica, dal latino, stessa radice di amare, che si ama, che ama. Aggettivo: accetto, caro, diletto, favorevole, giovevole. Sostantivo: la persona che ama ed é riamata.
Orbene! Sapresti a questo punto catalogare tutti coloro che definisci in qualche modo “amico” in questa categoria così speciale e privilegiata?
Dal punto di vista cattolico cristiano dovremmo essere tutti Amici, in quanto tutti fratelli di uno stesso Padre, con lo spirito di amare il prossimo.
Dal punto di vista meramente sociale, se si può dire, e avulso dalla fede religiosa invece faremmo fatica a contare sulla punta delle dita la quantità di amici presenti nel nostro cammino.
Siamo disposti ad amare coloro che definiamo amici?
Lo stesso aspetto ha il fenomeno dell’invio di abbracci e baci, via sms, via mail, via telefono. Poi una volta dal vivo non ti avvicini neanche all’amico per mancanza di confidenza, o per altro. Una sorta di falsità comportamentale dovuto alla spregiudicatezza del rapporto virtuale.
A volte mi salutano dal vivo dicendomi: un bacio! Tant’è l’abitudine! Ma se sono lì, davanti a te, perchè non me lo dai il bacio con le labbra sul mio viso, invece di dichiararmelo?
E’ la forza dei rapporti finti e “consumati”, prima ancora di essere vissuti.
Si brucia tutto, anche l’amicizia ancora in embrione, la si distorce e la si distrugge.
Questi miei pensieri del mattino post ferragostano, in una Trieste a 19 gradi, frizzante e solare, sono dedicati al mio “amico” Marco. Un nuovo amico.
Non ci siamo mai abbracciati, mai baciati, mai usciti insieme per condividere un evento o un pasto, neanche di lavoro. Eppure é come se ci conoscessimo da tanto. Un divario di età colmabile dall’intelligenza e dalla sensibilità.
La stima e l’apprezzamento reciproco per il fervore mentale ed il mondo interiore sono i sentimenti collanti di questa nuova amicizia. La mail e il blog sono i nostri canali di comunicazione, il posto di lavoro é il nostro sito fisico comune.
Senza alcun interesse, cosa molto rara dopo la fanciullezza, é pronto a consigliarmi, a spronarmi, a fornire critiche costruttive, a scambiare opinioni di qualsiasi genere, a “linkarmi” nei suoi spazi privati, a chiedermi lumi.
Ed é a lui che devo alcuni prodotti della mia mente, elaborazioni del mio cuore. Al suo incitamento.
Una bella scoperta, un bel rapporto basato sulla reciproca ammirazione e gradimento, non appesantito da alcun tipo di dovere.
Grazie Marco, amico mio!

Il mio commento:

Cosa posso dire?
Un pensiero dedicato che un pò mi imbarazza ma con parole genuine che vanno dritte al bersaglio. E mi fanno un gran piacere.
Ci vuole coraggio per esprimersi in maniera così impegnativa, tanto più che la tendenza generale è quella della marmellata: tutti bravi, tutti amici, tutti ladri, tutti stronzi, sempre baci, sempre abbracci. Ci vediamo, ci sentiamo, ci becchiamo.
Mettersi a distinguere appare fatica improba e inutile. Meglio nascondere la testa nella nostra falsa società dell’amore dove tutti i colleghi, tutti i vicini, tutti i concittadini sono amici.

Io ho pochi amici. Non per scelta.
Trovo difficile rintracciare persone che fino in fondo meritano questo appellativo che voglio usare in maniera assolutamente selettiva e ponderata. Ma quei pochi sono le persone vere, sono valori che ti ritrovi sempre. Sono le persone di cui vorresti popolati i continenti e che invece si disperdono nei deserti.
A volte metti del tempo per capire che è il vero amico, ma dopo non lo scordi mai. Lo riconosci perchè non è uniformato, non si prende sul serio è tollerante ma non ipocrita. Gli amici ti dicono di no, ti criticano, ti sfottono, ridono con te. Esprimono tutto ciò che è negato ai rapporti formali e irraggiungibile ai rapporti superficiali. Ti aiutano a migliorarti perchè ti conoscono veramente e hanno la voglia di intuire le tue potenzialità.

Un amico deve essere meglio di te e non fartelo pesare. Deve aiutarti perchè non può farne a meno ma al momento giusto ti lascia sbagliare se è quello che vuoi. L’amico ti ascolta, non sta a sentire. L’amico ti capisce, non ti giudica e riesce a trovare una ragione per stare dalla tua parte anche quando è complicata e nascosta.

“Amicizia” è parola inflazionata in questi tempi moderni che incitano a una serie di rapporti superficiali difficilmente accostabili a un vero rapporto di empatia.
Non so come nascono quei complicati e delicati meccanismi di interrelazione che rendono solida un’amicizia. E non volevo fare un’elegia dell’amicizia (dal punto di vista di Marco) che invece ho fatto.

Volevo solo dirti grazie per questo pensiero amico Saba. Come sai bene quello che hai scritto trova riflesso reciproco nei miei pensieri.

Mi sfiora ora un dubbio: forse l’appellativo più adatto per un amico che ha qualche anno di più e molte esperienza metabolizzate da raccontare non sarebbe più corretto chiamarlo Maestro?
Ciao Maestro Saba
Marco

Photo credit: Sabasan
Ripples: il blog si Saba
I colori del cuore dipinti dalla mente: il foto blog di Saba

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: