Home > attualità > I rasta, la marijuana e la Suprema Corte di Cassazione

I rasta, la marijuana e la Suprema Corte di Cassazione

Notizia di oggi da la Repubblica:

Quello che mi ha colpito è questo passaggio della sentenza (riportato nell’articolo):
… tenendo presente che la tradizione religiosa rasta prevede l’uso della marijuana come “erba meditativa, come tale possibile apportatrice dello stato psicofisico inteso alla contemplazione nella preghiera, nel ricordo e nella credenza che l’erba sacra sia cresciuta sulla tomba di re Salomone, chiamato il re saggio, e da esso ne tragga la forza, come si evince da notizie di testi che indicano le caratteristiche di detta religione“.

Trovo straordinario questo sfoggio di cultura alternativa da parti dagli augusti giudici con l’ermellino.
Mi piace pensare la cura certosina con cui insigni giuristi si sono documentati sulla storia della ganja e del rastafarianesimo.
Professionali! Penso che sia stata un ottima distrazione rispetto alle solite ingarbugliate questioni giuridiche.
Comunque hanno ragione, bisogna rispettare religioni, filosofie e visioni…
Non sarebbe stupendo un giorno vedere il primo presidente della Cassazione con i dreadlocks? I tempi stanno cambiando….
Quello che dice la Corte Suprema va sempre tenuto a mente….. I wanna get high
Mi piace ricordare, come inciso (o obiter dictum, per usare un termine giuridico) che proibizionismo fa rima con fascismo… (e fa comodo alle mafie).
[foto Wikipedia]

E allora non posso che andare di slogan:

“Legalize it – don’t criticize it
Legalize it and i will advertise it
Some call it tampee
Some call it the weed
Some call it Marijuana
Some of them call it Ganja

Legalize it – don’t criticize it
Legalize it and i will advertise it

Singer smoke it
And players of instruments too
Legalize it, yeah, yeah
That’s the best thing you can do
Doctors smoke it
Nurses smoke it
Judges smoke it
Even the lawyers too

Legalize it – don’t criticize it
Legalize it and i will advertise it

It’s good for the flu
It’s good for asthma
Good for tuberculosis
Even umara composis

Legalize it – don’t criticize it
Legalize it and i will advertise it

Bird eat it
And they leave it
Fowls eat it
Goats love to play with it”
Peter Tosh, Legalize It

Advertisements
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: