Home > obliquità > Arriva Pasqua, ma io no

Arriva Pasqua, ma io no

Pasqua con chi vuoi! Mail di auguri pieni di immagini di uova colorate e benauguranti.
Agnelli, simboli di purezza, macellati.
Uova, simbolo di rinascita, sfracellate e digerite.
Colombe, simbolo di pace, che hanno come unica possibilità il volo dalla bocca al…
I simboli vacillano, svuotati dal marketing.
So che è un mio problema, ma non mi piacciono le feste. Indifferentemente dal punto di vista religioso o da quello vacanziero/moderno non riesco a sentirmi coinvolto. Apprezzo profondamente solo la conseguente astensione dal lavoro (cinico ma sincero…).
Non fatemi gli auguri.

Auguri per cosa? Una ritualità esausta di cui non conosciamo il senso. La resurrezione è un particolare di contorno, la celebrazione religiosa è una formalità massiva. Legioni di fedeli in via della croce, soldati smemorati.
Tradizioni che si trascinano trasmutate da shopping e ponti per le gite fuori porta.
Natale, Pasqua, compleanno.. “auguri!”… “a te e alla tua famiglia“… “andate da qualche parte?“…
Ripetiamo. Di anno in anno. Nascondendoci la noia che proviamo. La recita è nota, provata e riprovata fin da quando eravamo bimbi. Formule che adempiono a un obbligo sociale, rispetto per un canone familiare di cui non ci chiediamo più il significato.
Non vorrei partecipare alla festa, ma non riesco ad esimermi, ma è chiaro che traspare che non sono sincero.
E allora vi serve proprio il mio “augurio di una Pasqua serena per voi, le vostre famiglie e tutti i vostri cari“?

“I sing the body electric”
Walt Whitman

[foto Sabasan]

Annunci
  1. 20 marzo 2008 alle 21:59

    Santa patata! Resto a bocca … “chiusa”, condivido e non condivido. Per chi crede ed ha fede questi sono giorni di conferme e riflessioni. Solo questo può dare il senso alle feste. Come il Ferragosto! Quanti sanno che é la festa della Vergine Maria? Allora: Buone vacanze Prog!!!

  2. 21 marzo 2008 alle 07:21

    Ho il massimo rispetto chi vive le feste con spirito religioso, solo che la mia (limitata) esperienza mi porta a dire che sono pochi. Io mi riferivo, obliquamente,a tutti gli altri. Una provocazione se vuoi, ma a cui credo. So che sono riflessioni “fastidiose”, per questo le sussurro!Statti bene, amigo

  1. No trackbacks yet.

Spazio al dissenso

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: